Biotransenergetica-il Confine come porta di accesso

biotrasenergetica

I 5 livelli del Sè Organismico

Le pratiche di Biotransenergetica (Bte) sono un’opportunità per entrare in connessione con se stessi su tutti i livelli:

  • mentale (pensieri, fantasie, ricordi, aspettative, visioni del mondo)chakra_flowers_sml
  • corporeo (sensazioni corporee)
  • spirituale-transpersonale (intuizioni, insight, visioni)
  • emotivo (emozioni, stati d’animo, sentimenti, aspirazioni, desideri, bisogni)
  • energetico (sensazioni sottili)

 

Tramite la sperimentazione di tali pratiche, impariamo ad ascoltarci, esplorarci e cogliere i segnali e le informazioni che tutti questi livelli portano con se. Così, un semplice mal di testa, un dolore muscolare, un pensiero, un’immagine, un’emozione, un battito cardiaco accelerato…divengono una preziosa opportunità, una chiave d’accesso, una porta da cui entrare per un contatto profondo con l’elemento emerso ed ascoltare cosa ha da dirci.

Figura-Sfondo

Nella teoria della Gestalt un principio molto importante è quello di Figura-Sfondo. Molti di noi conoscono la famosa immagine di Rubin:

Rubin

 

Che cosa vedi?

 

Due visi o un vaso?

 

Lo sfondo può essere la parte bianca o quella nera, a seconda che noi percepiamo l’immagine come due visi che si fronteggiano oppure come un calice. In questa immagine ambigua, la figura può diventare sfondo e viceversa.

 

Ciò che si verifica a livello della visione può verificarsi anche a livello uditivo. E’ quanto accade ad esempio quando, nel brusio di una festa, il nostro nome viene pronunciato da qualcuno. Improvvisamente il brusio diventa sfondo e il nostro nome s’impone in primo piano.

 

In entrambi gli esempi, ciò che avviene è che da uno sfondo emerge un dato prevalente su cui poniamo tutta la nostra attenzione.

 

Allo stesso modo, con le pratiche Bte, dallo sfondo dei 5 livelli del Sè Organismico (mentale, corporeo, spirituale, emotivo, energetico), emerge una figura, una caratteristica prevalente e noi decidiamo, intenzionalmente, di portare tutta l’attenzione, la consapevolezza, l’energia lì, utilizzando il dato prevalente come porta da cui entrare ed è da lì che inizia il viaggio.

 

Un viaggio nelle profondità di se stessi guidati dal proprio Sè.

Il Confine che indica o preclude

Così, il dato prevalente, la figura che emerge dallo sfondo, il mal di testa, il dolore muscolare, un pensiero, un’immagine, un’emozione, il battito cardiaco accelerato…diviene un Confine, che può indicare o precludere:

  • Indicare, ovvero ci dice quello che c’è oltre, accediamo alle informazioni o
  • Precludere, ovvero preclude quello che c’è oltre, pone un limite, una barriera.

biotrasenergeticaQuando il Confine si schiude alla nostra Consapevolezza, possiamo accedere alle informazioni contenute al suo interno.

 

Percependo il confine come Soglia e Persistendo nel Contatto, lo utilizziamo come Porta di Accesso, ci inoltriamo nelle sue profondità, lo esploriamo, accediamo alle informazioni contenute al suo interno, le portiamo al livello della Coscienza e accediamo alla loro forza vitale.

Se, al contrario, il confine preclude invece di indicare le informazioni, tali potenzialità resteranno inconsapevoli e agiranno a livello Inconscio.

 

 

Quindi:

  1. nel mio Sè Organismico sono presenti, sempre, tutti e 5 i livelli (ho dei pensieri, sento delle emozioni, percepisco sensazioni fisiche, sorgono delle intuizioni, vi sono percezioni sottili)
  2. durante la pratica Bte vengo accompagnato nel contatto con questi 5 livelli
  3. da questi 5 livelli ne emerge uno in particolare che, in quel momento, predomina sugli altri (ad esempio, il battito del mio cuore) (figura-sfondo)
  4. mi accosto alla Soglia di quel Confine prevalente
  5. Persisto nel contatto con il Confine
  6. mi inoltro al suo interno, lasciando che mi schiuda le sue potenzialità

 

Inoltrarsi all’interno del Confine, farsi guidare dal proprio Sè nei suoi abissi, aprirsi alle informazioni che questo viaggio può donare, crea le condizioni per la Trasformazione, per “andare Oltre i Confini”.

Oxumarè Principio di Trasformazione

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi sono

Sono Psicologo Clinico iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Sicilia, sez. A, al n. 7826.

 

Ho conseguito l’attestato di “Insegnante Mindfulness e Protocollo MBSR di primo livello”, presso il Centro Italiano Studi Mindfulness (CISM) di Roma, attraverso la partecipazione al Mindfulness Experiential /Professional Training.

 

Attualmente proseguo la formazione come specializzanda presso la scuola di Psicoterapia Transpersonale di Milano ed esercito la libera professione di Psicologo Clinico e di Mindful Trainer, in collaborazione con PSI.MED Palermo.

 

Per fissare un PRIMO APPUNTAMENTO di valutazione clicca qui.

 

Per informazioni iscrizioni e prenotazioni ai GRUPPI di PERCORSI DI RISVEGLIO DEL SE’ clicca qui.

 

 

Commenti

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Il Nome e la Mail sono campi obbligatori. Inserisci il tuo commento qui.